Ultima modifica: 17 Dicembre 2018
Istituto Comprensivo II “Rita Levi Montalcini” > Giornata giovanissime guide di Villa Reati

Giornata giovanissime guide di Villa Reati

Farè – Grande soddisfazione per i ragazzi della 3E della scuola Farè: “Siamo sul giornale!”

Nella mattinata di sabato 24 novembre, i ragazzi della classe 3E della Scuola Secondaria di I grado Eugenia Farè, sono stati i protagonisti assoluti e indiscussi del progetto “Giovanissime Guide di Villa Reati già Baldironi”.I ragazzi con serietà e lodevole bravura hanno presentato, in italiano ed in spagnolo, la storia e gli affreschi della Villa Reati già Baldironi e hanno guidato i numerosi visitatori all’interno della Villa con considerevole disinvoltura, guadagnandosi lunghi e calorosi applausi da parte di tutti i presenti. (pictures 1,2,3, 6,7)
L’evento è stato patrocinato dal Comune di Lissone; è stato proposto e seguito dalla docente di spagnolo, prof.ssa Marica Fiorenza, in collaborazione con la docente di arte, prof.ssa Elena Mauri ed un’esperta esterna madrelingua spagnola, Raffaella Plano. All’evento hanno partecipato i genitori, i familiari dei ragazzi e i docenti della scuola. A nome del Dirigente Scolastico prof.ssa Malvina Poggiagliolmi era presente la vicepreside, la prof.ssa Elisabetta Angioletti. La giornata è stata onorata dalla presenza dell’ Assessore alla Cultura Dott.ssa Alessia Tremolada e dell’Assessore all’Istruzione ed allo Sport Dott. Renzo Perego i quali, al termine delle visite guidate, hanno consegnato a ciascun ragazzo un attestato in ricordo della Giornata (pictures 8,9,10) . 
Ogni anno la Scuola Farè offre agli alunni un percorso ricco di importanti occasioni, di attività stimolanti e di valide opportunità che promuovono lo sviluppo e l’acquisizione delle competenze di vita. Il progetto “Giovanissime Guide” è una di queste opportunità dove i ragazzi vivono una giornata da protagonisti che li coinvolge totalmente ed emotivamente in prima persona. 

Sono queste le condizioni in cui un alunno riesce sempre a dare il meglio di sé, lasciando spesso increduli insegnanti e genitori davanti ad un risultato così inaspettato e positivo.
Sabato 24 novembre i ragazzi hanno superato una grande sfida, hanno superato l’ansia e la paura di sbagliare, di esprimersi in una lingua straniera davanti ad un numeroso pubblico di adulti. (picture 4 e 5) Le nostre piccole guide hanno regalato a tutti i presenti una grande emozione dimostrando di aver acquisito competenze utili per il loro futuro; hanno inoltre potuto conoscere, apprezzare e valorizzare il patrimonio culturale ed artistico della loro città, Lissone.

 

Si riportano le riflessioni dei ragazzi al termine della giornata:
– Ho sentito una emozione che credo di non aver mai provato, non so come descriverla, è stata un’esperienza bellissima (Leonardo)
– Se devo essere sincero quando la mia prof ci ha detto che avremmo dovuto esporre questo patrimonio artistico, pensavo stesse scherzando (Mattia)
– È stato bello spiegare ai genitori, ai professori e agli assessori che ci guardavano con il sorriso stampato sulla faccia per incoraggiarci (Giorgia e Francesco)
– Eravamo molto soddisfatti e orgogliosi del lavoro. È stato fantastico essere delle vere guide del patrimonio artistico della nostra città. La preparazione è stata impegnativa, ma il risultato finale ha ricompensato tutto (Alice)
– Quando mi sono svegliata ero molto agitata e credevo che non ci sarei mai riuscita, ho pensato persino di non andare, ma ci eravamo impegnati molto e volevo provarci. Alla fine della mattinata ho capito che se non ci fossi andata mi sarei persa una bellissima ed indimenticabile esperienza (Camilla)
– Mi sono sentita una vera guida professionale. Consiglio di riproporla anche l’anno prossimo, è stata un’esperienza da vivere assolutamente. (Alessia)
– Questo progetto lo rifarei altre 1000 volte e spero venga riproposto ad altri ragazzi perchè provino questa esperienza unica nel suo genere (Isabel)
– Avevo un po’ di ansia e paura, ma poi quando mi sono trovato il pubblico davanti sono sparite. Mi sono divertita tantissimo, soprattutto nel vedere i volti attenti dei genitori che ascoltavano con tanto interesse (Francesca)
– Abbiamo lavorato tanto e abbiamo imparato la storia della Villa Reati che prima di quel giorno nessuno della classe e dei genitori conosceva (Giada)
-Mi è piaciuto tantissimo quando gli Assessori mi hanno consegnato l’attestato, quando mi hanno chiamato e tutti hanno applaudito ero super emozionata (Elisa )
– È stata un’esperienza significativa che può capitare poche volte nella vita (Elisa I)
– Quando facevamo le prove in classe, ogni volta che entrava la prof in classe dalla paura di sbagliare mi tremavano le gambe, ma il giorno dell’evento mi sono detto “ce la posso fare”, pensavo alla frase che mi diceva la mia prof. “Samuel, ce la farai, devi credere in te stesso”. E alla fine ce l’ho fatta e sono molto soddisfatto e felice (Samuel)




Il nostro sito utilizza cookie per offrirti una navigazione migliore. Cliccando su Accetto acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi